Seguendo le nostre istruzioni per la cura dei prodotti, garantirete al vostro capo d'abbigliamento e alla vostra attrezzatura una vita lunga e interessante.

Lavaggio

Le istruzioni per il lavaggio sono stampate su un'etichetta bianca all'interno dei nostri indumenti. Seguendo le nostre istruzioni per la cura degli indumenti, garantirete al vostro capo d'abbigliamento e alla vostra attrezzatura una vita lunga e interessante. In generale, il modo migliore per pulire i prodotti Patagonia® è lavarli con acqua calda a basse temperature o in acqua fredda con un detergente delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili), lasciandoli distesi ad asciugare.

Per una guida ai simboli di cura dei prodotti FTC che possono comparire sulle etichette dei nostri capi di abbigliamento, fate clic qui. Per scaricare queste informazioni in un file PDF, fate clic qui.

Trattamento rivitalizzante per tessuti idrorepellenti

La maggior parte dei tessuti impermeabili/traspiranti in circolazione è trattata in origine con una finitura idrorepellente a lunga durata (DWR), che impedisce al tessuto esterno di saturarsi, consentendo così alla barriera traspirante di fare il proprio lavoro. Questo rivestimento deve essere rinnovato una volta a stagione, o anche più spesso se il capo interessato viene usato in modo intensivo o viene sottoposto a frequenti lavaggi. Se lo stato esterno non trattiene più l'acqua, è arrivato il momento di applicare una nuova finitura. I nostri prodotti preferiti sono Grangers®, anche se ne esistono altri validi in commercio. Indipendentemente dal prodotto scelto, assicuratevi di usare uno spray per gli indumenti a due strati (con fodera in rete) o un detergente per gli indumenti a tre strati (con un tessuto interno di protezione della barriera). Se non ottenete risultati soddisfacenti, inviateci il capo in questione e lo esamineremo per trovare una soluzione (vedi sezione Resi e cambi).

Eliminazione delle macchie

Per togliere macchie di grasso da una giacca tecnica, inumidire la macchia e sfregare con una piccola quantità di detersivo per piatti. Lavare la giacca con acqua calda e sapone da bucato delicato in abbondanza. Se la macchia permane, tamponarla con una spugna intrisa di detergente liquido neutro (Renuzit® o Carbona®) o con olio minerale, entrambi di facile reperibilità.

Per togliere gomma da masticare o resine da un indumento, raffreddare la parte interessata con ghiaccio, quindi usare un coltello con lama non seghettata per grattare via la sostanza. Immergere quindi l'indumento in una soluzione composta da acqua e aceto bianco e metterlo in lavatrice usando detersivo e un lavaggio a bassa temperatura.

Se avete bisogno di qualche altro suggerimento per la pulizia di macchie difficili, contattateci ai numeri e agli indirizzi riportati nella sezione Contatti.

Pericolo di infiammabilità

Come la maggior parte dei sintetici, i nostri strati esterni, tessuti in fleece e Capilene® bruciano o si sciolgono se esposti a fiamme o a fonti dirette di calore. Non sono ignifughi, quindi NON usateli vicino a fonti dirette di calore o a fiamme.

Guida alla riparazione delle mute

Abbiamo dedicato anni allo sviluppo e ai test sul campo delle nostre wetsuits per garantire un buon equilibrio tra performance e durevolezza. Ma nessuna muta dura per sempre. Quindi se la vostra inizia a mostrare segni di cedimento, consultate questa Guida alla riparazione di una muta per prolungarne la durata per le prossime stagioni. Se avete bisogno di restituirci la muta perché venga riparata, scaricate il Modulo di riparazione per una muta o completate il Modulo di garanzia per una muta.

Altri suggerimenti per la cura dei prodotti

Alcol
Alcol denaturato e alcol isopropilico sono agenti sgrassanti ideali per rimuovere macchie da superfici su cui saponi o detergenti non risultano efficaci. Alcol denaturato e alcol isopropilico sono in grado di eliminare le macchie anche da numerosi tessuti senza danneggiarli. È possibile utilizzarli per pulire macchie di inchiostro o di resina. Non devono invece essere impiegati su acetato, rayon, lana o seta. Per rimuovere macchie particolarmente ostinate, imbevete un batuffolo di cotone o un panno pulito con alcune gocce di alcol denaturato. Fate prima una prova sfregando l'alcol su una parte nascosta del tessuto e lasciatela asciugare. Se il tessuto non si scolora, inumidite un secondo batuffolo e sfregatelo sulla macchia, evitando di saturare il tessuto. Lasciate asciugare. Va bene anche utilizzare uno spazzolino da denti sul tessuto, pulire la macchia con una goccia di detergente per piatti e sfregare fino a quando non scompare. Risciacquare l'indumento in acqua calda e asciugare con un asciugamano pulito.

Ammorbidente
In genere, per i nostri prodotti sconsigliamo l'uso di ammorbidenti. Possono infatti causare cedimenti in capi con struttura a trama aperta e possono ridurre la resistenza complessiva dell'indumento.

Birra
Con pochi semplici passaggi, potrete facilmente eliminare le macchie di birra, così nessuno saprà come avete trascorso la serata dopo aver scalato l'Astro Man dello Yosemite. Sfregate la macchia con una soluzione composta da aceto e acqua calda, quindi lavate il capo seguendo le indicazioni riportate sull'etichetta.

Burro
Favoloso sui toast, pessimo sui vestiti. Eppure, le persone che finiscono per macchiarsi di burro sono numerose, come del resto le tecniche per eliminare questo tipo di macchie. A noi piace l'approccio più semplice: rimuovete il burro in eccesso e versate sulla macchia un detersivo per piatti sgrassante. Lavate come fate abitualmente. Potete anche miscelare acqua e detersivo per lavatrice in polvere, ottenendo una specie di pasta. Sfregate questa pasta sulla macchia, lasciate riposare per 30 minuti e lavate seguendo le istruzioni.

Caffè
Il caffè vi aiuta a carburare quando siete in partenza per una scalata prima dell'alba o quando dovete attraversare il Nevada di notte in auto, ma versatevelo sulla maglietta e la vostra sveglia avrà un suono stonato. Per eliminare le macchie di caffè, cercate come prima cosa di assorbire il liquido in eccesso con un panno pulito. Miscelate una soluzione composta da un quarto di acqua tiepida, mezzo cucchiaino di detersivo e un cucchiaio di aceto bianco e lasciate immersa la parte macchiata per 15 minuti. Risciacquate bene con acqua. Tamponate la macchia con alcol denaturato o isopropilico, quindi lavate con acqua tiepida insaponata.

Canapa
Lavate i capi in canapa con acqua fredda o tiepida e un detersivo delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e, se possibile, lasciateli stesi ad asciugare. Potete anche utilizzare l'asciugatrice a basse temperature. (Stendere gli abiti per asciugarli è un modo per risparmiare energia e ridurre l'impatto ambientale).

Capilene®
Lavate gli indumenti Capilene® in lavatrice con acqua fredda o a basse temperature e detersivo delicato in polvere (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili). Fate asciugare stesi o utilizzate l'asciugatrice a basse temperature. (Stendere gli abiti per asciugarli è un modo per risparmiare energia e ridurre l'impatto ambientale). Per eliminare macchie di grasso, provate prima a lavare il capo a mano con un buon detersivo per piatti liquido, invece di lavarlo in lavatrice con un detersivo in polvere. Se la macchia permane, sfregatela con un batuffolo di cotone imbevuto con poche gocce di alcol denaturato o isopropilico (acquistabile nel reparto pitture e vernici della maggior parte dei negozi per il bricolage) per sciogliere il grasso, quindi procedete al lavaggio come da indicazioni riportate sull'etichetta dell'indumento.

Cashmere
Lavate gli indumenti in cashmere a mano e in acqua fredda. Usate uno shampoo delicato o del detersivo per piatti liquido con un pH inferiore a 7. Se usate un detersivo per lavatrice in polvere che necessita di acqua calda per sciogliersi, lasciate comunque raffreddare l'acqua prima di mettere il capo in ammollo. Lasciate l'indumento in ammollo per qualche tempo o muovetelo delicatamente nell'acqua, ma senza sfregarlo, torcerlo o strizzarlo. Dopo l'ammollo, risciacquate con acqua fredda fino a quando l'acqua di risciacquo non è limpida. Strizzate delicatamente l'indumento per eliminare l'acqua in eccesso ma senza torcerlo. Lasciate asciugare i capi in cashmere all'aria mettendoli ben distesi su un asciugamano pulito, così da non sformarli. Potete eliminare le macchie dai capi in cashmere utilizzando uno sgrassante naturale, come l'aceto o il succo di limone. (Fate prima una prova su una parte di tessuto nascosta).

Cioccolato
Il cioccolato è un accompagnamento ideale per molte cose (riteniamo che abbia un sapore migliore dopo un bel fuoripista), ma non per gli abiti. Iniziate grattando via tutto il cioccolato rimasto sulla macchia. Immergete quindi la parte dell'indumento macchiata nel latte o in una miscela ottenuta con tuorlo d'uovo e alcol denaturato per pochi minuti fino a quando la macchia inizia a sciogliersi. Finite lavando l'indumento con acqua tiepida insaponata.

Cotone
Lavate capi e indumenti in cotone organico con acqua fredda o tiepida e un detersivo delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e, se possibile, lasciatelo steso ad asciugare. Potete anche utilizzare l'asciugatrice a basse temperature. (Stendere gli abiti per asciugarli è un modo per risparmiare energia e ridurre l'impatto ambientale). Cotone organico e tessuti misti in Cotone organico/Nylon/Spandex/Tencel® Lyocell Lavate in acqua fredda o tiepida con detersivo delicato per lavatrice (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e fate asciugare stesi o utilizzate l'asciugatrice a basse temperature.

Deluge® DWR
Il trattamento DWR (idrorepellente a lunga durata) evita la saturazione e aumenta la resistenza alle abrasioni del vostro capo. Il trattamento idrorepellente a lunga durata messo a punto da Patagonia, Deluge® DWR, ha una durata sensibilmente maggiore rispetto ai DWR standard. Se lo strato esterno non trattiene più l'acqua, è arrivato il momento di applicare una nuova finitura DWR. Consigliamo di riapplicare il trattamento DWR una volta a stagione o anche più spesso se si tratta di un capo che utilizzate e lavate di frequente. I nostri prodotti preferiti sono Grangers®, anche se ne esistono altri validi in commercio. Indipendentemente dal prodotto scelto, assicuratevi di usare uno spray per gli indumenti a 2 strati (con fodera in rete) o un detergente per gli indumenti a 3 strati (con un tessuto interno di protezione della barriera).

Gladiodor® (Sistema per il controllo degli odori)
Il controllo degli odori è diventato di rigore per i tessuti tecnici nell'ambito del mercato dell'abbigliamento outdoor. Il sistema per il controllo degli odori Gladiodor è la soluzione proposta da Patagonia. I trattamenti Gladiodor vengono sottoposti a rigorosi test per verificarne la funzionalità, sia in fase preliminare che dopo il lavaggio. Per superare il nostro test di laboratorio, il trattamento deve essere ancora efficace dopo 50 lavaggi. Consigliamo di lavare i capi dotati del sistema Gladiodor per il controllo degli odori con acqua tiepida e un detersivo delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e, se possibile, di lasciarli stesi ad asciugare. Potete anche utilizzare l'asciugatrice a basse temperature. (Stendere gli abiti per asciugarli è un modo per risparmiare energia e ridurre l'impatto ambientale).

Gomma
Impedisce ai rivetti schiodati di far colare a picco la barca, consente di rattoppare un piccolo foro nella bottiglia d'acqua e vi tiene umida la bocca quando vi lanciate in un passaggio impegnativo ad alta quota. Ma se vi si appiccica una gomma da masticare sui vestiti, allora sono guai. Potete provare a toglierla raffreddando la parte interessata fino a quando la gomma non si indurisce. Spazzolate o grattate via i residui dal tessuto. Se necessario, utilizzate un batuffolo di cotone o un panno di tessuto inumidito con poche gocce di alcol denaturato o isopropilico. Lavate poi con acqua calda insaponata.

GORE-TEX®
I tessuti GORE-TEX® offrono performance ottimali se mantenuti puliti da terra, protezioni solari, sostanze oleose presenti nell'epidermide e sudore. Lavate gli indumenti GORE-TEX® in lavatrice con un ciclo a bassa temperatura (40º C) utilizzando un detersivo in polvere o liquido delicato. Assicuratevi di risciacquare bene gli indumenti per eliminare tutti i residui di detersivo. Non usate l'ammorbidente. Asciugate nell'asciugatrice a temperatura non eccessivamente alta. Il calore dell'asciugatrice aiuta a rinnovare il trattamento DWR (idrorepellente a lunga durata), che impedisce al tessuto esterno di saturarsi in condizioni di umidità. Se lo strato esterno non trattiene più l'acqua, è arrivato il momento di applicare una nuova finitura DWR. Consigliamo di riapplicare il trattamento DWR una volta a stagione o anche più spesso se si tratta di un capo che utilizzate e lavate di frequente. I nostri prodotti preferiti sono Grangers®, anche se ne esistono altri validi in commercio. Indipendentemente dal prodotto scelto, assicuratevi di utilizzare uno spray per tutti gli indumenti realizzati con tessuto GORE-TEX®. Per togliere macchie di grasso da una giacca tecnica, inumidite la macchia e sfregate con del detersivo per piatti. Lavate la giacca con acqua calda e detersivo per lavatrice delicato in abbondanza. Se la macchia permane, tamponarla con una spugna intrisa di detergente liquido neutro (Renuzit® o Carbona®) o con olio minerale, entrambi di facile reperibilità nei negozi specializzati in prodotti per la casa. Per togliere gomma da masticare o resine da un indumento, raffreddare la parte interessata con ghiaccio, quindi usare un coltello con lama non seghettata per grattare via la sostanza. Immergere quindi l'indumento in una soluzione composta da acqua e aceto bianco e metterlo in lavatrice usando detersivo e un lavaggio a bassa temperatura.

Grasso
Che lavoriate in negozio o andiate al lavoro in bicicletta ogni mattina, ci sono buone probabilità che ciò che indossate venga a contatto con qualche tipo di grasso o lubrificante. Per fortuna, è abbastanza facile rimuovere questo tipo di macchie dai tessuti. È sufficiente lavare il capo con acqua calda insaponata, oppure potete provare a togliere la macchia con del semplice detersivo per piatti. Se non funzionasse, provate a tamponare la macchia con dell'alcol isopropilico o denaturato prima di lavarlo a mano con acqua calda e sapone.

H2No®
È importante tenere puliti i vostri indumenti H2No® perché possano sempre offrirvi performance ottimali. Lavate i capi H2No® in lavatrice con un programma a bassa temperatura (40º C) utilizzando un detersivo delicato. Assicuratevi di risciacquare bene gli indumenti per eliminare tutti i residui di detersivo. Non usate l'ammorbidente. Asciugate nell'asciugatrice a temperatura non eccessivamente alta. Il calore dell'asciugatrice aiuta a rinnovare il trattamento DWR (idrorepellente a lunga durata) della giacca, che impedisce al tessuto esterno di saturarsi in condizioni di umidità. Se lo strato esterno non trattiene più l'acqua, è arrivato il momento di applicare una nuova finitura DWR. Consigliamo di riapplicare il trattamento DWR una volta a stagione o anche più spesso se si tratta di un capo che utilizzate e lavate di frequente. I nostri prodotti preferiti sono Grangers®, anche se ne esistono altri validi in commercio. Indipendentemente dal prodotto scelto, assicuratevi di usare uno spray per gli indumenti a due strati (con fodera in rete) o un detergente per gli indumenti a tre strati (con un tessuto interno di protezione della barriera). Per togliere macchie di grasso da una giacca H2No®, inumidire la macchia e sfregare con del detersivo per piatti. Lavare la giacca con acqua calda e sapone da bucato delicato in abbondanza. Se la macchia permane, tamponarla con una spugna intrisa di detergente liquido neutro (Renuzit® o Carbona®) o con olio minerale, entrambi di facile reperibilità. Per togliere gomma da masticare o resine da un indumento, raffreddare la parte interessata con ghiaccio, quindi usare un coltello con lama non seghettata per grattare via la sostanza. Immergere quindi l'indumento in una soluzione composta da acqua e aceto bianco e metterlo in lavatrice usando detersivo e un lavaggio a bassa temperatura.

Infiammabili (materiali)
Come la maggior parte dei sintetici, i nostri strati esterni, tessuti in fleece e Capilene® bruciano o si sciolgono se esposti a fiamme o a fonti dirette di calore. Non sono ignifughi, quindi NON usateli vicino a fonti dirette di calore o a fiamme.

Inchiostro
Rimuovete queste macchie indesiderate con alcol denaturato o alcol isopropilico oppure succo di limone. Iniziate inumidendo un batuffolo di cotone o un panno di tessuto con poche gocce di alcol o succo di limone e tamponate una piccola area. Lasciate asciugare il tessuto. Se il tessuto non si scolora, inumidite un secondo batuffolo e tamponate la macchia senza tuttavia saturare il tessuto. Lasciate asciugare. Utilizzate quindi uno spazzolino da denti e pulite la macchia con una goccia di liquido per i piatti, sfregando fino a quando la macchia non si dissolve. Risciacquate l'indumento in acqua tiepida e tamponate il tessuto con un asciugamano pulito.

Istruzioni per il lavaggio
Avete qualche problema a decifrare i geroglifici riportati sull'etichetta del vostro indumento con le istruzioni per il lavaggio? Non temete. Per una guida ai simboli per la cura dei prodotti che potreste trovare sulle nostre etichette all'interno dei capi, fate clic qui.

Lana d'agnello
Lavate gli indumenti in lana d'agnello a mano in acqua fredda con una piccola quantità di detersivo liquido. Lasciate in ammollo — non agitate l'acqua, non sfregate, né torcete o strizzate l'indumento. Risciacquate quindi con acqua fredda fino a quando l'acqua di risciacquo non è limpida. Strizzare con molta delicatezza l'acqua in eccesso. Lasciate asciugare i capi in lana d'agnello all'aria mettendoli ben distesi su un asciugamano asciutto, così da non sformarli. Per eliminare macchie dai capi in lana d'agnello, applicate direttamente sulla macchia uno sgrassante naturale, come aceto bianco o succo di limone (fate prima una prova su una parte nascosta di tessuto).

Lana Merino (Baselayer)
La capacità di prevenire la formazione di cattivi odori della lana merino vi consente di indossare questo tipo di indumenti innumerevoli volte tra un lavaggio e l'altro (ideale per i viaggi on the road). Detto questo, quando persino il cane si rifiuta di condividere il vostro sacco a pelo, lavate i capi in lana merino in lavatrice con acqua fredda. Asciugate nell'asciugatrice a basse temperature o lasciate asciugare stesi per risparmiare energia e ridurre l'impatto ambientale.

Lana Merino/Nylon/Poliestere/Spandex (Tessuti misti)
Mescoliamo le fibre per offrire comfort, rimozione dell'umidità, elasticizzazione e resistenza a lungo termine. Le fibre miste resistono più a lungo all'usura e anche agli odori, quindi avrete ancora degli amici alla fine della vostra impegnativa sessione di trail running. Lavate i tessuti misti in lavatrice in acqua fredda e asciugateli nell'asciugatrice a basse temperature (o appendeteli fuori dal finestrino dell'auto mentre guidate da Bishop a Tuolumne).

Lavaggio a secco
Considerata la natura selvaggia dei viaggi che ispirano buona parte del nostro abbigliamento e delle nostre attrezzature, i capi prodotti da Patagonia non richiedono il lavaggio a secco. I nostri capi sono realizzati per essere indossati e lavati senza troppe smancerie. Fatto più importante, l'EPA stima che l'85% delle lavanderie a secco in America utilizzi percloroetilene per la pulizia di indumenti e prodotti tessili. Questo solvente chimico pone significativi rischi umani e ambientali. Patagonia realizza capi e indumenti confortevoli da indossare e adatti allo scopo per cui sono stati pensati senza ricorrere all'impiego di agenti chimici.

Mirtilli
Una delle ricompense del bouldering in montagna è la possibilità di raccogliere succosi mirtilli lungo il sentiero. Per eliminare le macchie di mirtillo, immergete il capo in latticello (siero di latte) o succo di limone. Risciacquate abbondantemente con acqua fredda, poi procedete a un risciacquo con acqua tiepida.

Nylon riciclato
Gli indumenti in nylon riciclato possono essere lavati in lavatrice a bassa temperatura o in acqua fredda con un detersivo delicato in polvere (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili). Fate asciugare stesi o utilizzate l'asciugatrice a basse temperature.

Olio
Se per qualsiasi motivo vi trovate a mettere le mani sotto l'auto o il furgone durante un lungo viaggio, potreste finire per macchiarvi d'olio in punti poco appropriati. Per fortuna, è abbastanza facile rimuovere le macchie di olio e lubrificante dai tessuti. Lavate il capo con acqua calda insaponata, oppure potete provare ad eliminare la macchia con del semplice detersivo per bucato. Se non funzionasse, tamponate la macchia con dell'alcol isopropilico o denaturato (in caso di macchie ostinate) prima di lavare l'indumento a mano con acqua calda e sapone.

Penna a sfera
All'origine di alcune giornate "no" c'è una penna a sfera che perde. Rimuovete queste macchie indesiderate con alcol denaturato (acquistabile nel reparto pitture e vernici della maggior parte dei negozi per il bricolage), alcol isopropilico o succo di limone. Le macchie ostinate richiedono pazienza, quindi non lasciate perdere tutto dopo un solo tentativo. Per prima cosa, fate una prova su una parte di tessuto nascosta per verificare che il colore non venga alterato. Iniziate inumidendo un batuffolo di cotone o un panno di tessuto con poche gocce di alcol o succo di limone e tamponate una piccola area. Lasciate asciugare il tessuto. Se non si scolora, inumidite un secondo batuffolo di cotone e passatelo sulla macchia. Utilizzate batuffoli di cotone asciutti per assorbire tutto l'inchiostro possibile dal tessuto. Lasciate asciugare l'indumento. Utilizzate quindi uno spazzolino da denti e pulite la macchia con una goccia di liquido per piatti, sfregando fino a quando non si dissolve. Risciacquate l'indumento in acqua calda e tamponate con un asciugamano pulito.

Pennarello
Le macchie lasciate da un pennarello sono difficili da rimuovere, quindi non scoraggiatevi se non fate centro al primo colpo. Provate a tamponare (non sfregare) la macchia con delicatezza con un batuffolo di cotone o un panno di stoffa pulito inumidito con poche gocce di alcol denaturato o isopropilico (potrebbe essere necessario ripetere questa operazione più volte). Fate prima una prova su una parte nascosta dell'indumento e lasciate asciugare il tessuto. Se il tessuto non si scolora, inumidite un secondo batuffolo e tamponate la macchia senza tuttavia saturare il tessuto. Lasciate asciugare. Utilizzate quindi uno spazzolino da denti e pulite la macchia con una goccia di liquido per i piatti, sfregando fino a quando non si dissolve. Risciacquate l'indumento in acqua tiepida e tamponate il tessuto con un asciugamano.

Piuma (Imbottitura)
Lavate il capo in lavatrice (a carica frontale) con un ciclo a freddo, utilizzando un detersivo delicato. È possibile acquistare prodotti detergenti specifici per il lavaggio di questi indumenti. Asciugare nell'asciugatrice a freddo o a basse temperature (potrebbero occorrere alcuni cicli) insieme a due o tre palline da tennis per ripristinare la morbidezza e la sofficità dell'indumento. NON candeggiare, stirare o utilizzare ammorbidenti.

Polartec® Powershield® Pro
Lavate gli indumenti Polartec® Powershield® Pro in lavatrice (a carica frontale) con un ciclo a bassa temperatura (30º C) e un detersivo delicato. Asciugate nell'asciugatrice a basse temperature per migliorare la performance del trattamento DWR (idrorepellente a lunga durata). (Stendere gli abiti per asciugarli è un modo per risparmiare energia e ridurre l'impatto ambientale).

Poliestere
Lavate gli indumenti in poliestere in lavatrice con acqua tiepida usando un ciclo impostato sull'esclusione della centrifuga. Usate un detersivo delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e, se possibile, lasciate stesi ad asciugare. Questi capi possono essere anche fatti asciugare nell'asciugatrice a basse temperature: ricordate solo di impostare un ciclo molto breve di asciugatura per impedire un'eccessiva stropicciatura. Per eliminare macchie dai capi in poliestere, provate con poche gocce di detersivo liquido per piatti versate direttamente sulle macchie e strofinate fino a quando la macchia inizia a sciogliersi. Risciacquate abbondantemente con acqua.

Poliestere riciclato
Il tessuto in poliestere può essere lavato in lavatrice usando un ciclo a bassa temperatura e un programma impostato sull'esclusione della centrifuga. Usate un detersivo in polvere delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e, se possibile, lasciate steso ad asciugare. Questi capi possono essere anche fatti asciugare nell'asciugatrice a basse temperature: ricordate solo di impostare un ciclo molto breve di asciugatura per impedire un'eccessiva stropicciatura. Per eliminare macchie dai capi in poliestere, provate con poche gocce di detersivo liquido per piatti versate direttamente sulle macchie e strofinate fino a quando la macchia inizia a sciogliersi. Risciacquate abbondantemente con acqua.

PrimaLoft® (Imbottitura)
Lavate i capi Primaloft® in lavatrice usando un detersivo delicato e con un ciclo a freddo per capi delicati. Fate asciugare nell'asciugatrice a basse temperature o lasciate asciugare stesi.

Re-Impermeabilizzazione
La maggior parte dei tessuti impermeabili/traspiranti in circolazione è trattata in origine con una finitura idrorepellente a lunga durata (DWR), che impedisce al tessuto esterno di saturarsi, consentendo così alla barriera traspirante di fare il proprio lavoro. Questo rivestimento deve essere rinnovato una volta a stagione, o anche più spesso se il capo interessato viene usato in modo intensivo. Se lo strato esterno non trattiene più l'acqua, è arrivato il momento di applicare una nuova finitura. I nostri prodotti preferiti sono Grangers®, anche se ne esistono altri validi in commercio. Indipendentemente dal prodotto scelto, assicuratevi di usare uno spray per gli indumenti a 2 strati con fodera in rete o un detergente per gli indumenti a 3 strati con un tessuto interno di protezione della barriera. (Assicuratevi di utilizzare uno spray per tutti gli indumenti realizzati con tessuto GORE-TEX®).

Regulator® (Imbottitura)
Lavate i capi con imbottitura Regulator® in lavatrice con un ciclo a bassa temperatura e un detersivo delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili). Lasciate asciugare stesi o nell'asciugatrice a basse temperature. (Lasciare gli abiti appesi ad asciugare è un modo per risparmiare energia e ridurre gli impatti ambientali). Per eliminare macchie di grasso dalle fibre di poliestere di indumenti con imbottitura Regulator®, provate prima in lavatrice con un detersivo liquido invece che in polvere. Se il grasso permane, sfregate la macchia con un batuffolo di cotone o un panno di stoffa imbevuto con poche gocce di alcol denaturato (acquistabile nel reparto pitture e vernici della maggior parte dei negozi per il bricolage) per sciogliere il grasso, quindi procedete al normale lavaggio.

Resina di pino
Se durante un viaggio vi ritrovate sugli abiti o sull'attrezzatura della resina di pino, usate una noce di burro. Spalmate bene il burro sulle macchie di resina, lubrificante o catrame. Dovrebbe essere possibile grattare via la sostanza sulla macchia una volta che il burro è penetrato a fondo nel tessuto. Lavate quindi con acqua calda e sapone per eliminare anche il burro, et voilà!

Rete in poliestere
Il tessuto in rete di poliestere può essere lavato in lavatrice usando un ciclo a bassa temperatura e un programma impostato sull'esclusione della centrifuga. Usate un detersivo in polvere delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e, se possibile, lasciate steso ad asciugare. Per eliminare macchie dai tessuti in rete di poliestere, provate con poche gocce di detersivo liquido per piatti versate direttamente sulle macchie e strofinate fino a quando la macchia inizia a sciogliersi. Risciacquate abbondantemente con acqua.

Sangue
Se possibile, sciacquate immediatamente le macchie di sangue dal tessuto con acqua fredda. Lasciate in ammollo il capo in acqua salata per qualche tempo. Se il sangue è secco, provate a immergere l'indumento in una soluzione di ammoniaca e acqua prima di procedere con il lavaggio seguendo le istruzioni riportate sull'etichetta. Non usate acqua calda, perché imprimerebbe la macchia sul tessuto in modo permanente.

Stiratura
In generale, gli indumenti Patagonia non devono essere stirati. Tuttavia, se state cercando di fare buona impressione su qualcuno e volete spianare le grinze sul davanti dei pantaloni dopo un pomeriggio di bouldering, controllate prima il simbolo del ferro da stiro sull'etichetta del vostro indumento per assicurarvi che si possa stirare senza problemi. Se il simbolo del ferro da stiro è barrato, non stirate il capo. I puntini sull'etichetta corrispondono al livello di calore del ferro da stiro – meno puntini corrispondono a un riscaldamento del ferro meno intenso. Avete qualche problema a decifrare i geroglifici sull'etichetta del vostro indumento? Non temete. Per una guida ai simboli per la cura dei prodotti che potreste trovare sulle nostre etichette all'interno dei capi, fate clic qui.

Tessuti misti Poliestere/Nylon, tessuti misti Poliestere/Spandex e tessuti misti Poliestere/Nylon/Spandex
Gli indumenti in poliestere o i tessuti misti di poliestere possono essere lavati in lavatrice usando un ciclo a bassa temperatura e un programma impostato sull'esclusione della centrifuga. Usate un detersivo in polvere delicato (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e lasciate steso o asciugate nell'asciugatrice a basse temperature. (Lasciate il capo poco tempo nell'asciugatrice per impedirne l'eccessivo stropicciamento). Per eliminare eventuali macchie, provate con poche gocce di detersivo liquido per piatti versate direttamente sulle macchie e strofinate fino a quando la macchia inizia a sciogliersi. Risciacquate abbondantemente con acqua.

Tessuti misti in Poliestere/Cotone organico
Lavate gli indumenti in poliestere/cotone organico in acqua fredda o tiepida con detersivo delicato per lavatrice (quelli ideali sono non tossici e biodegradabili) e fate asciugare stesi o utilizzate l'asciugatrice a basse temperature.

UPF (Tessuti con fattore di protezione solare)
In mancanza di penne, pelliccia o scaglie, gli esseri umani hanno dovuto escogitare modi intelligenti per proteggersi dal sole. I prodotti che riportano la dicitura UPF sono trattati con uno speciale fattore di protezione solare a lunga durata. Gli elementi di protezione dai raggi solari possono variare dalla selezione dei filati alla struttura dei tessuti con l'impiego di trattamenti speciali (in particolare per i colori chiari). Per pulire capi dotati di trattamento UPF, lavarli semplicemente in acqua fredda e asciugarli nell'asciugatrice a basse temperature (oppure lasciarli asciugare stesi, riducendo così l'impatto ambientale).

Vino rosso
Agite il più in fretta possibile. Applicate una soluzione con due tazze d'acqua, un cucchiaio d'aceto e un cucchiaio di detersivo liquido. Se non funzionasse, applicate una soluzione di perossido d'idrogeno (acqua ossigenata), detersivo e acqua. Tamponare con un panno di tessuto asciutto. Una volta eliminata la macchia, procedere al lavaggio come da istruzioni riportate sull'etichetta. Se ancora la macchia non venisse via, versatevi addosso un altro bicchiere di vino rosso e non pensateci più.