TIM DAVIS

Vivere con le sole risorse necessarie

Patagonia definisce la propria qualità come azienda in base al livello di riduzione del proprio impatto ambientale. Tradurre i propositi in azione va oltre il vaglio di materiali e metodi da noi impiegati nella realizzazione dei nostri prodotti. Significa avere un approccio olistico verso tutti gli aspetti del business, che includono anche il modo in cui utilizziamo le risorse nei nostri edifici e strutture aziendali.


Ventura, California – Global Headquarters

Ventura, California – Sede centrale di Patagonia

La nostra sede aziendale di Ventura è costituita da sette edifici. Quello più vecchio risale al 1870 e quello più recente è stato costruito nel 1997. Essendo di qualche tempo fa, la costruzione della maggior parte di questi edifici non rispecchia una vera preoccupazione per il rispetto ambientale, anche se tutti i fabbricati sono stati aggiornati per migliorarne l'efficacia a livello ecologico.

Per maggiori dettagli fate clic qui.


Reno, Nevada - Service Center

Reno, Nevada - Service Center

Il nostro Service Center di Reno è stato costruito nel 1996 a fronte di una spesa di oltre 19 milioni di dollari. Situato sulle rive del fiume Truckee, dove un tempo sorgeva la segheria Tahoe Timber Lumber Mill, è caratterizzato da linee architettoniche essenziali e da un design funzionale. Il Service Center è stato realizzato per ospitare i componenti fisici necessari per spedire i prodotti Patagonia in tutto il mondo. Nonostante ci sia costato di più crearlo, le innovazioni "verdi" che abbiamo incorporato nella sua costruzione hanno ripagato l'investimento attraverso un risparmio energetico del 30-35% nell'arco di 3-8 anni. Nel 2006 le dimensioni del Service Center sono state raddoppiate. I numerosi sforzi intrapresi da Patagonia per ridurre l'impatto di tale ampliamento sull'ambiente ci hanno fatto ottenere il livello Gold della certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) rilasciata dal Green Building Council degli Stati Uniti.

Per maggiori dettagli, fate clic qui.


Patagonia Retail Stores

Punti vendita Patagonia

Attualmente gestiamo 31 punti vendita nel Nord America e adottiamo una precisa filosofia per l'apertura di nuovi negozi. Fin da quando abbiamo trasformato quella che un tempo era la sede di un mattatoio (foto sopra) nel nostro primo negozio all'inizio degli anni Settanta, crediamo che utilizzare e migliorare gli edifici esistenti invece di costruirne di nuovi sia la cosa più responsabile da fare. Facciamo del nostro meglio per rispettare questo principio e, quando invece non ci è possibile, realizziamo gli edifici di cui ci serviamo affinché durino nel tempo, li progettiamo perché abbiano un aspetto gradevole e cerchiamo di ricorrere a materiali e attrezzature edili rispettosi dell'ambiente. Cerchiamo sempre di rendere unici i nostri punti vendita, affinché possano riflettere la storia del luogo in cui sorgono conservandone le naturali caratteristiche distintive.

Uso di energia

I carburanti fossili provenienti da fonti non rinnovabili per la produzione di elettricità e il riscaldamento dell'aria inquinano l'aria, il suolo e l'acqua, accelerano il riscaldamento globale e destabilizzano ulteriormente il già precario equilibrio di un mondo che dipende dagli idrocarburi. Le dighe idroelettriche inondano preziose aree naturali, compromettendo l'habitat delle specie selvatiche animali e vegetali. L'energia nucleare pone una serie di gravi minacce, tra cui produzione e dispersione di scorie radioattive, proliferazione nucleare e il potenziale perché si verifichino catastrofi di portata devastante.


Energy Use: Ventura

Uso di energia: Ventura

Nella nostra sede centrale sono stati installati 498 pannelli solari che riducono del 14% circa il fabbisogno complessivo di elettricità derivata dalla rete elettrica. Nello studio di progettazione abbiamo applicato luci LED agli impianti esistenti, che si prevede consentiranno di risparmiare il 38% dell'elettricità precedentemente usata per l'illuminazione. Nel 2012 abbiamo installato un nuovo sistema di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria nel Lost Arrow Building. Funziona ad elettricità ed è progettato per prelevare aria dall'esterno, pulirla mediante un depuratore e un filtro a raggi ultravioletti, quindi diffonderla nell'edificio replicando una sorta di "ambiente a finestre aperte". In tutto l'edificio sono stati installati lettori SMARTGRID per verificare che la circolazione dell'aria nel sistema avvenga correttamente. Se necessario, il sistema provvede anche a riscaldare e rinfrescare i locali.


Uso di energia: Reno

Energy Use: Reno

Per ottenere la certificazione LEED, abbiamo intrapreso un processo di riduzione dei consumi energetici. I lucernari che incamerano la luce del sole e gli evacuatori di fumo traslucidi montati sul tetto, capaci di riflettere la luce naturale all'interno dell'edificio di Reno, permettono di risparmiare energia elettrica e creano un ambiente di lavoro più piacevole. Per gli impianti di illuminazione sono stati installati sensori a fotocellule e rilevatori di movimento che consentono lo spegnimento delle luci quando queste non vengono utilizzate. Per il sistema di riscaldamento abbiamo scelto boiler commerciali con la massima efficienza. Il tetto è stato isolato con R30 e le pareti del magazzino con materiale isolante rigido R12 per conservare il calore in inverno e tenere fresco l'edificio nei mesi più caldi. Non utilizziamo aria condizionata nel magazzino, bensì un sistema di ventilazione con raffreddamento notturno che sostituisce l'aria calda accumulatasi durante il giorno con la fresca aria della sera. Abbiamo installato strumenti di misurazione per garantire l'operatività del nostro Service Center in momenti di intensa attività. Queste apparecchiature effettuano il monitoraggio dei sistemi e dei comandi che regolano l'illuminazione, dei carichi motore costanti e variabili, di operazioni di avvio a frequenza variabile, di economizzatori di aria e acqua e cicli di recupero del calore, volumi di ventilazione dell'aria e pressioni statiche di distribuzione dell'aria, efficienza degli impianti di riscaldamento, attrezzature e sistemi energetici per edifici, tubazioni per il convogliamento dell'acqua all'interno e sistemi di irrigazione per esterni. Il personale addetto alle varie strutture può accedere con facilità a una stazione di lavoro centrale per riesaminare l'operatività dei nostri sistemi. Questi accorgimenti si sono tradotti in un ambiente interno più confortevole per chi lo utilizza, riducendo al contempo sia le attrezzature che i costi operativi. Anche un risparmio energetico di modesta portata può contribuire a notevoli miglioramenti economici e ambientali nel corso degli anni.


Uso di energia: Punti vendita Patagonia

Nel 2011/2012 abbiamo applicato luci LED agli impianti esistenti, risparmiando così il 25% di elettricità a Ventura e il 35% a Denver. Anche il nostro nuovo punto vendita a Chicago è dotato di illuminazione LED.

Acque defluenti in ambiente urbano

Quando la pioggia cade su superfici impermeabili – ad esempio, parcheggi, tetti e passaggi pedonali – scivola via, portando con sé parecchie cose sgradevoli. Immondizia, escrementi di animali, petrolio, carburante, detergenti, pesticidi, residui chimici, residui dell’usura di pneumatici, lubrificanti, particelle derivanti dai consumi dei ferodi e altri agenti inquinanti vengono trascinati via, trasportando, a causa della forza di gravità, l'acqua piovana inquinata fino al punto più basso, che di solito è un tombino. Da qui le acque di ruscellamento possono fluire in un canale, un ruscello o un fiume o, negli insediamenti costieri, finire direttamente in mare. La prima pioggia intensa della stagione agisce come fonte di inquinamento. Per ragioni sanitarie, qui a Ventura a chi nuota e pratica surf viene vivamente consigliato di non entrare in acqua per almeno 72 ore dopo un'abbondante pioggia. La nostra sede centrale si trova a 200 metri circa dal fiume Ventura e il nostro Service Center di Reno sorge sulle sponde del fiume Truckee. Per cercare di mitigare parte degli effetti delle sostanze inquinanti presenti nelle acque meteoriche di ruscellamento dei nostri edifici, abbiamo adottato alcune misure.

Storm-Water Runoff: Ventura

Acque defluenti in ambiente urbano: Ventura

Abbiamo sostituito due sezioni dell'asfalto del nostro parcheggio con lastre di pietra permeabili che consentono all'acqua di filtrare nuovamente nel suolo. Abbiamo aggiunto un altro bacino di infiltrazione e prevediamo di utilizzarne un secondo. Un bacino di infiltrazione è un canale di terra e ghiaia poco profondo che raccoglie parte delle acque defluenti del nostro parcheggio. Permette all'acqua piovana di penetrare nel terreno, che agisce da filtro naturale. Quando il suolo è saturo d'acqua, l'eccesso defluisce in un tombino. Ma nel frattempo, si spera che la maggior parte degli agenti inquinanti concentrati che provengono dal nostro parcheggio sia stata assorbita.

Storm-Water Runoff: Reno

Acque defluenti in ambiente urbano: Reno

Quando abbiamo costruito il nostro Service Center a Reno nel 2007, nel parcheggio sono state collocate lastre di pietra permeabili che consentono all'acqua di filtrare nuovamente nel suolo. Nell'ambiente circostante abbiamo integrato bacini di ritenuta in grado di raccogliere l'acqua che cola dai tetti prima che finisca nel terreno, agendo come una sorta di filtro naturale, e nell'area pavimentata della zona di ricevimento delle merci sono state installate due unità di separazione di sabbia/petrolio in grado di filtrare e separare gli agenti inquinanti prima che il ruscellamento raggiunga i tombini della città.

Paesaggistica

Landscaping

Maggiore è la quantità di asfalto e cemento che coprono il paesaggio e maggiore è la portata del ruscellamento. Più sono le aree verdi non permeabili e le specie di piante non autoctone e maggiore risulta la quantità di acqua richiesta per l'irrigazione. Più irrigatori ci sono e più evaporazione si crea.


Paesaggistica: Ventura

Buona parte dell'ambiente verde che circonda la nostra sede centrale di Ventura è stata creata parecchi decenni fa. Sono presenti alcuni alberi e piante adulti di specie non autoctone. Negli ultimi anni abbiamo sostituito una vasta porzione di tappeto erboso (inizialmente esiguo) con alcune piante, molte delle quali autoctone, che richiedono poca acqua per l'irrigazione una volta che hanno attecchito. Le aree esterne che accolgono i dipendenti sono situate su superfici permeabili, mentre un piccolo orto offre erbe aromatiche a chi pranza nella nostra caffetteria.


Paesaggistica: Reno

In base agli standard LEED, non siamo autorizzati ad impiegare più del 50% dell'acqua potabile utilizzata a scopo irriguo da una normale proprietà commerciale di dimensioni analoghe in questa zona. Quindi, invece di piantare tappeti erbosi e piante bisognose di costante irrigazione, abbiamo chiesto a un architetto del paesaggio di progettare uno spazio verde con suolo xerico in cui è presente una varietà di piante, arbusti e alberi di specie autoctone. Abbiamo comunque un fazzoletto di terreno erboso.

Utilizzo dell'acqua

Utilizzo dell'acqua: Ventura

In genere, l'acqua per uso irriguo copre una buona parte dei consumi idrici complessivi, anche se nel caso della nostra sede di Ventura si tratta solo del 5% circa. Il resto dell'acqua viene utilizzata da lavandini, WC, docce, lavatrici, sistemi a osmosi inversa e lavastoviglie. Per ridurre i consumi idrici, tutti gli orinatoi tranne un paio sono a secco e questo accorgimento consente di risparmiare 3,7 litri d'acqua ad ogni scarico. Tutti i WC sono a doppio scarico (1,8 litri e 4,9 litri). I rubinetti nei bagni sono regolati da sensori: allontanando le mani il flusso d'acqua si spegne nel giro di due secondi. I soffioni delle docce non sono a basso flusso. La lavastoviglie nella nostra cucina consuma poco più di 3,5 litri d'acqua ad ogni ciclo di lavaggio. Le due lavatrici con carica dall'alto che utilizziamo per il nostro "killer wash test" sui tessuti in laboratorio richiede 60 litri d'acqua per singolo carico. Non siamo riusciti a ottenere gli stessi risultati di test con lavatrici ad alta efficienza con carica frontale. Le tre piccole aree della sede di Ventura ricoperte da terreno erboso vengono bagnate con irrigatori a pioggia a scomparsa, lo stesso metodo utilizzato per la striscia di terra con bassa vegetazione del parcheggio. Il resto del terreno riceve acqua piovana o non richiede irrigazione.


Utilizzo dell'acqua: Reno

I WC utilizzano circa 6 litri d'acqua ad ogni scarico. Gli orinatoi consumano da 0,05 a 0,3 litri d'acqua a scarico; due sono a secco. Le docce sono dotate di soffioni a basso flusso. I rubinetti dei bagni sono quelli standard con miscelatore. Due servizi igienici sono dotati di sensori di movimento per far entrare in funzione e disattivare lo scarico. Sono inoltre presenti una lavastoviglie industriale, una lavatrice standard che viene caricata in media cinque volte al giorno e una stazione di testing per i wader da pesca, che riutilizza la stessa acqua molte volte.

Mezzi di trasporto degli impiegati

L'automobile è uno strumento straordinario ma presenta alcuni gravi aspetti negativi: inquinamento dell'aria, incluso il biossido di carbonio, congestione del traffico e dei parcheggi, versamenti di petrolio e altri inconvenienti. Nel tentativo di mitigare parte degli effetti nocivi causati dall'uso delle auto, abbiamo adottato alcune misure per incoraggiare i dipendenti delle nostre sedi nord-americane a guidare con minore frequenza e abbiamo messo a disposizione un mezzo per ricaricare le auto elettriche.


Sedi Patagonia in Nord America

Il nostro programma Drive-Less offre un incentivo in denaro ai dipendenti che scelgono di viaggiare utilizzando il carpooling, la bicicletta, lo skateboard o i mezzi pubblici: tutto fuorché prendere l'auto da soli per recarsi al lavoro. La tariffa prevista per i dipendenti di Stati Uniti e Canada è di $2 a tratta, con un massimo di due tratte al giorno. Ogni dipendente ha la possibilità di guadagnare fino a $500 all'anno (al lordo delle imposte). Nel primo anno dell'iniziativa, abbiamo registrato la partecipazione di oltre 900 dipendenti. Il risultato collettivo per il primo anno è stato di oltre un milione di chilometri percorsi in meno in auto, la riduzione di 226 tonnellate di emissioni di CO2 e 97.000 litri di carburante risparmiati.


Employee Transportation: Ventura

Mezzi di trasporto degli impiegati: Ventura

Nel 2012 abbiamo installato due caricatori Blink per auto elettriche nella sede centrale di Ventura, disponibili sia ai dipendenti Patagonia sia al pubblico. I caricatori sono collegati al pannello elettrico collocato al primo piano dell'edificio Crystal Palace, alimentato con pannelli solari. I tempi di ricarica dipendono dal tipo di veicolo, in genere dalle 4 alle 8 ore al costo di circa $2 all'ora. I proventi vengono suddivisi tra Patagonia e ECOtality (l'azienda che ha installato i caricatori).


Employee Transportation: Reno

Mezzi di trasporto degli impiegati: Reno

In aggiunta agli incentivi offerti ai dipendenti attraverso l'iniziativa Drive-Less Program, abbiamo messo a disposizione un deposito biciclette sorvegliato con comodi spogliatoi dotati di doccia e armadietti per circa il 5% dei nostri dipendenti, disponiamo di un'auto aziendale ibrida e offriamo agevolazioni per il parcheggio a chi utilizza il carpooling e veicoli con carburanti alternativi.

Rifiuti

Recycling

Rifiuti: Riciclo a Ventura

Accanto alla scrivania, ogni impiegato ha un cestino per la carta destinata al riciclaggio e un cestino dei rifiuti più piccolo. In tutte le aree di lavoro sono presenti contenitori per il riciclo di cartone, carta, riviste, vetro, alluminio, contenitori in plastica di bevande e buste da spedizione. Riutilizziamo innumerevoli volte scatole di cartone, materiali da imballaggio e buste manila.


Waste: Ventura Composting

Rifiuti: Compostaggio a Ventura

Fin dalla fine degli anni Novanta abbiamo fatto ricorso al compostaggio della frazione umida proveniente dalla nostra caffetteria nella sede di Ventura. Prima ancora, scavavamo buche in una zona non edificata della sede e seppellivamo gli scarti organici. I batteri e gli altri microorganismi presenti nel suolo demolivano i rifiuti molto rapidamente e questo sistema ha funzionato benissimo fino a quando lo spazio è diventato insufficiente. Da allora, abbiamo installato una serie di bidoni per il compostaggio che, come il loro contenuto, si sono deteriorati col tempo. Mentre cercavamo una soluzione migliore, di recente ci siamo uniti a un programma pilota sponsorizzato dalla municipalità di Ventura che raccoglie gli avanzi alimentari da negozi di frutta e verdura, hotel e altri grandi produttori di rifiuti organici alimentari. Il trasportatore di rifiuti locali di cui ci serviamo percorre circa 16 km per raggiungere una struttura per il compostaggio commerciale di proprietà privata situata in una città vicina. Ogni settimana destiniamo al compostaggio circa 850 litri di rifiuti alimentari, tenendoli lontani dalle discariche.


Rifiuti: Area di riciclaggio di Reno

Abbiamo un'area di riciclaggio facilmente accessibile dedicata alla separazione, alla raccolta e all'immagazzinamento di carta, cartone ondulato, vetro, plastica e metallo. Vi sono contenitori per il riciclaggio e la frazione umida nella cucina dei dipendenti, destinati a raccogliere alluminio, plastica, vetro, cartone e scarti alimentari. Raccogliamo e imballiamo borse e sacchetti di plastica trasparente, che vendiamo a un produttore di plastica riciclata. Riutilizziamo il più possibile i pallet di legno e poi li ricicliamo. Raccogliamo la carta per uso ufficio e la riutilizziamo come carta per prendere appunti. Ricicliamo le cartucce di inchiostro e doniamo computer e componenti elettronici obsoleti a un'azienda locale, che li rimette a nuovo destinandoli a famiglie ed enti civici che ne hanno bisogno. Incoraggiamo anche i dipendenti a portare i dispositivi elettronici più vecchi, batterie usate e gli elettrodomestici riciclabili al Service Center di Reno.


Attività di riciclo nei punti vendita

I punti vendita Patagonia seguono le stesse pratiche della sede centrale di Ventura e del Service Center di Reno. I nostri prodotti vengono spediti dal luogo di produzione in singole buste di plastica; quando arrivano in negozio, gli indumenti vengono rimossi dal sacchetto, le buste di plastica raccolte e spedite indietro al Service Center di Reno o a un'azienda locale che le ricicla.