DAVE N. CAMPBELL

Lavorare con le fabbriche

Patagonia è impegnata in una serie di attività di due diligence per la promozione di pratiche di lavoro eque e per garantire condizioni di lavoro ottimali nelle fabbriche dove realizza i propri prodotti.

Di seguito vi offriamo una breve panoramica degli strumenti chiave da noi impiegati:

Codice di Condotta nel posto di lavoro

  • Il caposaldo del nostro programma di responsabilità socio-ambientale è il Codice di Condotta nel posto di lavoro, insieme al documento con i relativi benchmark. Il Codice di Patagonia si basa sui principali standard per il lavoro dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) e richiede il rispetto delle normative di legge dei paesi in cui operano le nostre fabbriche.
  • Abbiamo sviluppato il documento per comunicare in modo chiaro ai fornitori che cosa ci aspettiamo da loro. Patagonia si impegna costantemente a una condotta responsabile e al miglioramento delle condizioni sociali e ambientali. Incoraggiamo i nostri fornitori a fare altrettanto.
  • Il Codice di Condotta di Patagonia è incentrato sulle seguenti politiche: lavoro forzato, sfruttamento di manodopera infantile; molestie, abusi e violenza; tutela contro la discriminazione; salute e sicurezza; libertà di associazione e trattative collettive; retribuzioni e benefit; orario di lavoro; compensazione del lavoro straordinario; diritti delle donne, delle persone disabili, delle minoranze etniche e dei veterani di Guerra statunitensi; ambiente; qualità; subappalto e conformità alle leggi in vigore.

Fair Labor Association (FLA)

  • Come previsto dagli obblighi associativi, la FLA conduce una valutazione a campione e senza preavviso sulla catena di produzione di Patagonia per determinare la qualità della due diligence e per agevolare l'identificazione di aree problematiche. I risultati di tali valutazioni vengono pubblicati nel sito Web della FLA e sono accessibili al pubblico.
  • La FLA procede inoltre a una verifica a campione del programma e del dipartimento SER (Social/Environmental Responsibility) nella sede centrale di Patagonia. Ci viene richiesto di seguire i principi di lavoro equo e approvvigionamento responsabile definiti dalla FLA, che costituiscono il riferimento su cui viene condotta la verifica; essa comprende analisi degli archivi aziendali, rapporti di valutazione, piani di azioni correttive, corsi di formazione interni e nelle fabbriche e altre attività svolte con le ONG (l'ultima valutazione condotta nella sede centrale di Patagonia risale a giugno 2010). Ogni tre anni Patagonia viene rivalutata per potersi confermare come membro accreditato della FLA.

Nuove fabbriche

  • Il direttore responsabile del SER collabora direttamente con i reparti per l'approvvigionamento e la qualità nel prendere decisioni che riguardano la scelta di nuove fabbriche a cui affidare la realizzazione dei prodotti Patagonia. Il direttore del SER ha la facoltà di opporsi alla scelta di un nuovo stabilimento.
  • Il personale SER procede a un controllo di tutte le nuove fabbriche per verificarne la conformità in termini di responsabilità socio-ambientale alle leggi locali e ai contratti sindacali (se esistenti), al Codice di Condotta di Patagonia e al più dettagliato documento dei benchmark. Nei casi in cui gli standard siano variabili, adottiamo quelli più vantaggiosi per i dipendenti. Valutiamo anche i sistemi gestionali SER esistenti nella fabbrica e proponiamo corsi di formazione ai dirigenti che riguardano il codice di condotta e altri requisiti base del nostro programma.
  • La fase di verifica preliminare viene condotta dal personale SER o da una società di monitoraggio di terze parti seria e affidabile, che esamina in dettaglio i libri paga e conduce colloqui con i lavoratori nella lingua locale. Patagonia non lavora con fabbriche in cui si siano verificati casi di sfruttamento minorile o lavoro forzato, abusi, molestie, discriminazioni o altre pratiche oggetto della nostra politica di tolleranza zero. Spesso i risultati delle verifiche indicano solo un lieve discostamento dal nostro Codice di Condotta, ma la fabbrica in questione deve comunque accettare di ricorrere ad azioni correttive adeguate per ogni area problematica individuata prima di poter ricevere la prima commessa da Patagonia.

Tutte le fabbriche

  • Il personale SER visita regolarmente fabbriche e stabilimenti per valutarne il livello di conformità, verificare il follow-up nel caso di azioni correttive relative a valutazioni precedenti, effettuare consulenza e formazione e/o per l'implementazione di piani di riparazione/risanamento per specifiche problematiche in ambito SER.
  • Registriamo le retribuzioni minime o le tariffe salariali prevalenti in ogni paese in cui realizziamo i nostri prodotti e nelle nostre negoziazioni con le fabbriche cerchiamo di ottenere salari più alti, equi o comunque di sussistenza. Come risultato delle valutazioni sociali, delle frequenti visite alle sedi di produzione da parte del nostro personale interno e delle attività di monitoraggio condotte dalla FLA, molte delle nostre fabbriche corrispondono già salari superiori al minimo sindacale a tutti i dipendenti o a una parte di essi. L'obiettivo di Patagonia è il raggiungimento di una retribuzione equa per tutti coloro che lavorano alla realizzazione dei nostri prodotti.
  • Nel 2010 abbiamo verificato il 90% della nostra catena di produzione in ambito socio-ambientale, con una particolare attenzione rivolta ai subappaltatori dei nostri principali stabilimenti di taglio e cucitura. Il processo di verifica è stato condotto direttamente da noi o con l'aiuto di una società di monitoraggio di terze parti, o ancora (per ridurre il disagio legato alle ispezioni nelle fabbriche) in collaborazione con altri marchi o tramite la comunicazione di rapporti di valutazione recenti da parte di una fonte accreditata e affidabile presenti nel database della Fair Factories Clearinghouse (vedere di seguito) o della fabbrica stessa. Patagonia sostiene il costo di tutte le verifiche e i controlli che rientrano nella programmazione aziendale.
  • Se necessario, i risultati delle valutazioni devono prevedere la tempestiva implementazione di adeguate azioni correttive. Quando un'ispezione o un controllo porta alla luce problemi che richiedono un'analisi più approfondita, assumiamo un consulente locale in grado di identificarne le cause e di stabilire se coinvolgere la fabbrica interessata in un processo di miglioramento continuo a lungo termine allo scopo di creare e monitorare una soluzione efficace.
    Quando Patagonia richiede a una fabbrica di partecipare a un programma di formazione specifico o di seguire un percorso per il miglioramento continuo, ne sostiene i costi, integralmente o parzialmente, per periodi che vanno da un mese a un anno, in base alla complessità della problematica da affrontare.
  • Il personale SER assegna un punteggio a manifatture e stabilimenti di produzione in base ai livelli di performance constatati per aiutare Patagonia e i suoi fornitori a fare il punto della situazione su questioni importanti come la corporate responsibility - dall'implementazione di pratiche di base alla capacità di dimostrare una solida leadership. Il sistema di punteggio interno si basa sugli strumenti messi attualmente a disposizione dalla Fair Labor Association e dalla Sustainable Apparel Coalition e consente di formare adeguatamente i fornitori, determinando le aspettative dei marchi per il miglioramento continuo a lungo termine della performance sociale.
  • La dichiarazione di Patagonia relativa al California Transparency in Supply Chains Act (SB657) offre informazioni sul modo in cui la nostra azienda controlla le proprie fabbriche affinché non si verifichino casi di lavoro forzato, incluse forme di moderna schiavitù e traffico di esseri umani.

Iniziative con altre parti interessate (MSI, Multi-Stakeholder Initiatives)

  • Patagonia è membro fondatore e pienamente accreditato della Fair Labor Association.
  • Partecipiamo al Better Work Program dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro in Vietnam e Giordania e prendiamo parte anche ad altre iniziative MSI quando ci è possibile (tra i progetti conclusi figurano FLA 3.0 e JO-IN).
  • Patagonia è anche membro della Fair Factories Clearinghouse (FFC), che si occupa di condurre verifiche di terze parti nelle nostre fabbriche e alla quale comunichiamo i risultati delle ispezioni e dei controlli da noi effettuati su altri marchi di cui desideriamo essere partner. Collaboriamo inoltre regolarmente con svariati marchi alle ispezioni negli stabilimenti di produzione e ad altre iniziative speciali.

Trasparenza

  • Il Footprint Chronicles traccia l'impatto socio-ambientale dei prodotti e dei processi Patagonia.
  • In questo sito pubblichiamo l'elenco completo delle nostre fabbriche e degli stabilimenti che realizzano i nostri capi, oltre al Codice di Condotta e relativi benchmark.